Daltonismo: Personaggi famosi daltonici

persone famose daltoniche

Ci sono molte persone daltoniche famose. Il National Eye Institute afferma che circa 8% degli uomini e 0,5% delle donne negli Stati Uniti hanno una qualche forma di deficit della visione dei colori. Non riescono a distinguere alcuni colori come altri che non hanno questa condizione. Una persona con daltonismo rosso-verde (il tipo più comune) possono vedere i rossi come marroni o verdastri. I gialli vengono visti come bianchi o grigi chiari e i verdi come neri o grigi scuri. T

Ricerchiamo ed elenchiamo molte persone famose daltoniche. Tra loro ci sono scienziati, autori, attori e atleti. Ecco alcuni dei più importanti:

Contenuti nascondersi

Artisti daltonici famosi

Molti artisti e musicisti famosi erano daltonici. Tra questi Pablo Picasso, Vincent van Gogh, Isaac Newton e Ludwig van Beethoven. Uno studio ha scoperto che il daltonismo ha reso più facile il lavoro di questi artisti. Li ha aiutati a creare opere con combinazioni di colori audaci ma comunque armoniose.

Leonardo da Vinci

La gente pensava che fosse daltonico. Ma, Leonardo da Vinci aveva in realtà un deficit di colore rosso-verde. Questa condizione fa sì che le persone vedano il blu e il giallo come normalmente vedrebbero il rosso o il verde.

Utilizzò una tavolozza limitata a cinque colori primari: ocra gialla, biacca, vermiglio (rosso), gesso nero e pigmento di terra. Li usò per creare molte sfumature.

Tintoretto

Si ritiene che un pittore veneziano del XVI secolo fosse daltonico. A causa di questa condizione, i suoi dipinti tendevano a toni tenui e a sfumature bluastre.

Ray Charles

Il cantante e pianista che ha scoperto di essere daltonico rosso-verde solo all'età di 46 anni.

Nel 1997, Charles ha annunciato di essere affetto da una malattia degenerativa degli occhi chiamata glaucoma. Tale patologia provoca la cecità. Nel corso del tempo, la sua vista è peggiorata e nel 2004 ha perso la maggior parte della vista, morendo il 10 giugno a 73 anni.

Vincent Van Gogh

Vincent Van Gogh è stato un pittore olandese. Visse dal 1853 al 1890. È noto per i suoi dipinti impressionisti di elementi naturali come fiori e campi di grano. Non solo era daltonico, ma soffriva anche di depressione e malattie mentali.

Vincente Minnelli

Vincente Minnelli è stato un regista, attore e produttore cinematografico italoamericano vissuto dal 1903 al 1986. Ha vinto numerosi Oscar per i suoi film musicali, tra cui Incontriamoci a St. Louis (1944), Il pirata (1948) e Gigi (1959).

Vincente era daltonico, ma ha dichiarato che questo ha avuto un effetto minimo sul suo lavoro. Ha detto: "Non credo di aver avuto molti problemi con il colore; non sono sicuro che abbia fatto la differenza nella mia carriera". Minnelli è stato sposato con Judy Garland per 16 anni e l'ha diretta in diversi film, tra cui Incontriamoci a Saint Louis.

Claude Monet(1840-1926)

Claude Monet è stato un pittore francese vissuto dal 1840 al 1926. È noto per i suoi dipinti impressionisti di paesaggi come ninfee o pagliai in diverse stagioni dell'anno. In tarda età Monet soffrì di cataratta, che gli compromise notevolmente la vista.

Non riusciva a vedere i colori e doveva tenere i suoi dipinti alla luce per determinare se fossero corretti. Vincent Van Gogh Vincent Van Gogh, pittore post-impressionista olandese, nacque nel 1853 e morì all'età di 37 anni. Soffrì per tutta la vita di depressione e malattie mentali. Queste lo portarono a spararsi nel 1890.

Alexander Calder

L'artista che ha creato il cellulare era affetto da daltonismo rosso-verde. Si dice che usasse il rosso e il verde per creare le sue opere perché per lui era più facile vedere quei colori rispetto agli altri.

Andy Warhol

Le opere dell'artista pop hanno colori vivaci. Ma Warhol aveva anche problemi a distinguere alcuni colori.

Era con diagnosi di deuteranopiaUna forma di daltonismo. Causa difficoltà nel distinguere il verde dal rosso.

Bill Cosby

Al comico è stato diagnosticato il daltonismo rosso-verde all'età di 8 anni. Ora, quando disegna, usa pastelli gialli perché "sembrano quelli veri".

Michelangelo

A Michelangelo fu ufficialmente diagnosticata la protanopia, una delle forme più comuni di daltonismo. Per lui i rossi, i gialli e i verdi sembravano tutte sfumature di grigio.

Georgia O'Keeffe(1887-1986)

Una pittrice americana famosa per i suoi dipinti floreali, era anche daltonica rosso-verde. L'artista amava dipingere i fiori perché erano più facili da dipingere rispetto alle persone, senza essere distratti dai loro vestiti o dalla tonalità della pelle.

Jimi Hendrix

Il chitarrista era leggendario. Ma il suo daltonismo gli rendeva difficile distinguere il rosso dal verde. Così, durante gli spettacoli dal vivo, spesso strimpellava le corde sbagliate.

Steven Spielberg

Il regista Steven Spielberg, l'acclamato regista di film come E.T., Jurassic Park e Schindler's List, è daltonico. Questo non gli ha impedito di realizzare film pluripremiati. Ma Spielberg ha dichiarato che non userà mai i colori per distinguere i personaggi.

Paul Cezanne (1839-1906)

Il pittore francese aveva problemi a distinguere i rossi, i verdi e i blu e spesso li dipingeva nelle tonalità sbagliate. Una volta disse che vedeva "in una luce completamente diversa da quella delle altre persone".

Leopold Stokowski (1882-1977)

Ha diretto diverse orchestre. Tra queste, la Philadelphia Orchestra dal 1912 al 1930 e la New York Philharmonic dal 1936 al 1969.

È diventato daltonico all'età di 70 anni, ma ha continuato a dirigere orchestre per quasi 20 anni.

Attori famosi daltonici

Bill Cosby

Bill Cosby è un comico e attore daltonico. Dice di non riuscire a distinguere il rosso dal verde, per cui spesso confonde i verdi con i marroni.

Jeremy Irons

L'attore Jeremy Irons, noto soprattutto per aver interpretato il ruolo di Scar ne Il Re Leone, è daltonico e associa i suoi ruoli esclusivamente al bianco e al nero. Tuttavia, se gli venisse chiesto di scegliere un colore da associare a qualsiasi personaggio di uno dei suoi film, sceglierebbe il grigio.

David Bowie

David Bowie, il famoso musicista e attore britannico, è daltonico. Ha dichiarato di non riuscire a distinguere il rosso dal verde e di confondere spesso il verde con il marrone.

Dice che non riesce mai a ricordare quali colori sono associati a quale personaggio di un film o di un'opera teatrale perché non riesce a distinguerli.

Michael J. Fox

L'attore canadese, noto per aver interpretato il ruolo di Marty McFly in Ritorno al futuro, è daltonico. Dice di non essere in grado di distinguere il rosso dal verde o il blu dal giallo.

Stevie Wonder

Il famoso cantante e cantautore R&B è daltonico. Dice di non riuscire a distinguere il rosso dal verde, ma di vedere alcuni colori come il blu, il nero e il bianco.

Aldous Huxley

L'autore del romanzo Brave New World è daltonico. Dice di non riuscire a distinguere il rosso dal verde o il blu dal giallo.

Jackie Chan

Il famoso attore e artista marziale afferma di essere daltonico. Sostiene di non essere in grado di distinguere i rossi, i verdi e i blu. Una volta gli fu chiesto di indossare una camicia blu per un film. Si è accorto che era blu solo quando qualcuno gliel'ha fatto notare.

Josephine Baker

La famosa cantante e ballerina era daltonica. Dice che non riusciva a distinguere tra rosso, verde, giallo e blu, colori che la maggior parte delle persone distingue facilmente.

Robin Williams

L'attore e comico non sapeva distinguere i rossi, i verdi e i blu. Una volta si è presentato a un evento indossando una camicia blu e scarpe marroni, per errore.

Steven Spielberg

Il regista aveva difficoltà a distinguere i colori. Così, una volta scelse una camicia verde per il suo personaggio in un film. Ma poi si rese conto che era blu.

Eddie Murphy

All'età di cinque anni, all'attore e comico è stata diagnosticata una patologia che gli rende difficile distinguere i rossi, i verdi e i blu.

Charlie Chaplin

persone famose daltoniche

L'attore e comico è daltonico, quindi a volte indossa i colori sbagliati. Per esempio, una volta ha indossato una camicia blu a un evento pensando che fosse nera.

Atleti daltonici famosi

Dale Earnhardt Sr

Uno dei piloti più famosi della NASCAR è daltonico. Lascia che sia il suo capo equipaggio a scegliere la verniciatura dell'auto da corsa perché non è in grado di capire quali colori stanno scegliendo.

Sonny Liston

Il famoso pugile era daltonico, il che gli rendeva difficile vedere la differenza tra rosso e verde. Una volta indossò per sbaglio una camicia verde invece di una bianca prima di salire sul ring.

Jim Abbott

Il lanciatore dei New York Yankees è affetto da daltonismo, quindi indossa lenti a contatto colorate quando lancia. In questo modo, riesce a distinguere più facilmente una palla da baseball rossa da una verde.

Sidney Crosby

La stella dell'hockey dei Pittsburgh Penguins soffre di un tipo di daltonismo. Per lui è difficile distinguere il rosso dal verde.

Jack Nicklaus

Il leggendario golfista è stato daltonico per la maggior parte della sua vita e afferma che questo lo aiuta a giocare meglio. In un'intervista a Golf Magazine, ha dichiarato: "Non dico che sia una cosa buona o cattiva: è solo qualcosa con cui ho imparato a convivere".

Jim Abbott

Il lanciatore ha vinto la medaglia d'oro alle Olimpiadi del 1992, nonostante sia daltonico. La patologia gli è stata diagnosticata all'età di 12 anni, ma ha continuato a giocare a baseball a livello professionale fino ai 30 anni.

Chuck Bednarik

Era un ex giocatore di punta dei Philadelphia Eagles. Era daltonico. È famoso per aver sbagliato un blocco. Questo portò al touchdown vincente nella partita del campionato NFL del 1960. Ha anche detto: "Quando si invecchia, non si sa più che ore sono: si è troppo giovani per questo e troppo vecchi per quello".

Michael Jordan

Michael Jordan è uno degli atleti più famosi al mondo, ma sapevate che soffre di una forma di daltonismo rosso-verde chiamata deuteranomalia? Ha difficoltà a distinguere tra questi due colori.

A Jordan è stata diagnosticata una malattia della vista. A volte questo lo portava a fare strike. Tuttavia, è diventato uno dei più grandi giocatori di baseball.

Kevin Love

Un giocatore di basket affetto da una rara forma di daltonismo chiamata deuteranopia. Dice di essersi accorto di questa condizione quando era bambino. Sebbene non influisca direttamente sul suo gioco, a volte gli risulta più difficile distinguere alcuni colori.

Brett Favre

Favre è affetto da una rara forma di daltonismo chiamata deuteranopia. Nonostante ciò, è diventato uno dei più grandi giocatori di football. Tuttavia, a volte ha ancora problemi a distinguere alcuni colori.

Wayne Gretzky

Wayne Gretzky è un giocatore di hockey professionista. Dice di soffrire di una rara forma di daltonismo, chiamata deuteranopia. Ma non influisce direttamente sul suo gioco. Gli rende solo più difficile distinguere alcuni colori.

Derek Jeter

Il giocatore professionista di baseball Derek Jeter è affetto da una rara forma di daltonismo chiamata deuteranopia. Ma non sembra influire sul suo gioco. Semplicemente, per lui è più difficile distinguere alcuni colori.

Mike Tyson

La deuteranopia è definita una rara forma di daltonismo. Ma non sembra danneggiare le prestazioni del pugile Mike Tyson. È solo che non riesce a distinguere alcune tonalità.

Hank Aaron

Il giocatore professionista di baseball Hank Aaron è affetto da una rara forma di daltonismo chiamata deuteranopia. Ma non sembra influire sul suo gioco. Gli rende solo più difficile distinguere alcuni colori.

Autori famosi daltonici

Charles Dickens (1812-1870)

L'autore Charles Dickens era daltonico. Il suo famoso romanzo "Racconto di due città" usa molto simbolismo. Utilizza il rosso e il bianco per rappresentare i rivoluzionari contro gli inglesi nella Francia dell'inizio del 1800.

Ernest Hemingway

Lo scrittore americano Ernest Hemingway è noto soprattutto per il suo romanzo Il vecchio e il mare, vincitore del Premio Pulitzer nel 1953. Hemingway era anche daltonico. Spesso usava simboli per trasmettere il significato invece di descrizioni accurate.

Joseph Conrad (1857-1924)

Romanziere inglese del XIX secolo, autore di Cuore di tenebra e Lord Jim. Era affetto da un disturbo chiamato daltonismo che gli rendeva difficile la lettura delle mappe.

Mark Twain

L'autore ha scritto Tom Sawyer e Huckleberry Finn. Era notoriamente daltonico. Diceva di avere problemi a distinguere il giallo dal verde.

Peter Sellers

Un famoso attore che era anche daltonico. Una volta Sellers disse che non riusciva a distinguere il rosso dal verde dei semafori quando guidava.

Thomas Hardy (1840-1928)

L'autore di Tess of the D'Urbervilles e di The Mayor of Casterbridge, oltre a molte altre opere. Pur essendo sordo di toni, era comunque in grado di comporre musica leggendo a vista le partiture durante i concerti!

Alfred Lord Tennyson (1809-1892)

Nonostante la miopia, il poeta inglese è stato considerato uno dei più importanti poeti romantici. Il suo daltonismo potrebbe essere stato causato dalla sua scarsa capacità visiva.

Stephen King

L'autore di "Shining" e "Cujo", Stephen King, ha dichiarato a un intervistatore di non essere in grado di riconoscere i volti o i colori. Ha detto che per sperimentare i colori si affidava al tatto, ma questo rendeva le sue percezioni diverse da quelle di chi li vede.

Edgar Allen Poe (1809-1849)

Il poeta e scrittore americano era daltonico. Ha scritto della sua incapacità di vedere i colori nella poesia "The Raven".

James Joyce

Nel suo romanzo "Finnegan's Wake", lo scrittore irlandese James Joyce scrive della sua incapacità di vedere i colori. Vincent Van Gogh (1853-1890), un famoso pittore olandese, soffriva di deuteranopia, una forma di cecità ai colori.

Vladimir Nabokov(1899-1977)

Scrittore russo di romanzi e racconti, tra cui "Lolita" e "Ada", Vladimir Nabokov nacque nel 1899. Un articolo sull'autore sul Nabokov Online Journal afferma che soffriva di un tipo di daltonismo chiamato deuteranopia. Questo gli rendeva difficile vedere i rossi o i verdi, ma non i blu o i gialli.

Famosi scienziati daltonici

Albert Einstein

Molti ritengono che Albert Einstein fosse carente di colori rosso-verdi. Nella sua autobiografia, scrisse: "Sono pessimo nel giudicare le distanze... Mia moglie sa che se mi viene incontro quando sto uscendo e vuole che guardi qualcosa per terra o su un muro o in alto da qualche parte, deve prima dire quanto è alto". Deve prima dire quanto è alto".

Alexander Shulgin

Alexander Shulgin era un chimico che ha inventato centinaia di droghe psichedeliche e le ha testate su se stesso. Era affetto da deuteranopia, che lo rendeva incapace di distinguere i rossi dai verdi.

Il motivo del suo successo, tuttavia, è che non ha lasciato che il daltonismo lo trattenesse dal perseguire una carriera scientifica. Scoprì la teoria della relatività e vinse il Premio Nobel per il suo lavoro sulla meccanica quantistica.

Antoine de Saint-Exupery

Scrittore, poeta e aviatore francese, famoso soprattutto per la novella Il piccolo principe. Il libro è stato tradotto in 300 lingue e ha venduto oltre 150 milioni di copie in tutto il mondo.

De Saint-Exupery era affetto da daltonismo, tanto da non riuscire a distinguere il rosso dal verde. Nonostante questa disabilità, divenne uno dei più famosi scrittori francesi.

Charles Darwin

persone famose daltoniche

Nel 1859 scoprì il principio dell'evoluzione per selezione naturale. Ma soffriva anche di deuteranopia, una forma di daltonismo rosso-verde. Questa forma di cecità rende difficile vedere le differenze tra questi due colori (e talvolta anche altri).

Sir Isaac Newton (1642-1727)

L'uomo che è considerato il padre della fisica e della matematica moderne era daltonico rosso-verde. Aveva difficoltà a distinguere alcune tonalità di blu e di verde. Confondeva i colori delle vernici quando comprava i materiali per i suoi esperimenti o costruiva telescopi!

Nikola Tesla

persone famose daltoniche

L'uomo che ha inventato la distribuzione dell'elettricità a corrente alternata è Nikola Tesla. Si pensava che fosse daltonico. Non vedeva alcun colore negli oggetti illuminati da luci fluorescenti, che emettono luce a frequenze specifiche. Tuttavia, non ci sono prove che egli stesso soffrisse di questa condizione.

Stephen Hawking

Fisico e cosmologo, che si ritiene sia daltonico ma la cui condizione non è stata diagnosticata dal punto di vista medico. Nei suoi libri parla di difficoltà nel distinguere il verde e il blu. Questo è un possibile sintomo del daltonismo rosso-verde.

René Descartes

René Descartes era un famoso filosofo e matematico affetto da daltonismo. Diceva di affidarsi al tatto per sperimentare i colori, ma questo rendeva le sue percezioni diverse da quelle di chi li vedeva.

Neil deGrasse Tyson

L'interesse dell'astrofisico per l'astronomia e l'esplorazione spaziale è iniziato presto. Ma è stato solo dopo che gli è stata diagnosticata la dislessia all'età di 12 anni che ha capito la necessità di superare gli ostacoli.

Ha detto di avere problemi con i rossi e i verdi, il che gli rende difficile distinguere un semaforo da uno stop. Ha anche detto che questo significa che non può guidare da solo perché non sa cosa significhi il colore delle luci.

John Dalton

Lo scienziato che ha scoperto la legge delle pressioni parziali era daltonico. Diceva di affidarsi al tatto per percepire i colori, una differenza rispetto a coloro che potevano vederli.

L'interesse dell'astrofisico Neil deGrasse Tyson per l'esplorazione dello spazio è iniziato da giovane. Ma ha capito l'importanza di superare gli ostacoli solo dopo che gli è stata diagnosticata la dislessia.

Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832)

Scrittore, poeta e scienziato tedesco. Tra le sue opere ricordiamo Faust e I dolori del giovane Werther.

Goethe era daltonico. Lo scrisse in una delle sue poesie più famose: "Sono debole, sono forte; / sono brutto, sono bello; / ho ragione, ho torto. / Se mi trovi a cambiare idea, / puoi essere certo che il mio cuore non si è trasformato".

George Washington Carver

George Washington Carver è stato uno scienziato e inventore americano. Trovò oltre 300 usi per le arachidi e le patate dolci. Era anche daltonico e poteva vedere solo i rossi, i gialli e i blu.

Famosi politici daltonici

Anche molti politici di successo sono stati daltonici. Ad esempio, Ulysses S. Grant era noto per la sua capacità di "ricavare limonata dai limoni". John Quincy Adams una volta disse: "Non mi aspetto il favoritismo della fortuna". Woodrow Wilson una volta disse: "Non sono adatto a questo ufficio e non avrei mai dovuto essere qui".

Thomas Jefferson (1743-1826)

Terzo presidente degli Stati Uniti. Fu scienziato, scrittore, inventore e statista. Viene spesso definito uno dei più grandi presidenti d'America per i tanti risultati raggiunti durante la sua vita.

Il suo risultato più famoso fu la stesura della Dichiarazione d'Indipendenza. Jefferson era anche daltonico.

Abramo Lincoln

persone famose daltoniche

16° Presidente degli Stati Uniti, in carica dal 1861 al 1865. Contribuì a porre fine alla schiavitù in America con il Proclama di emancipazione. Il documento dichiarava liberi gli schiavi negli Stati che facevano ancora parte dell'Unione durante la Guerra Civile.

Lincoln era anche daltonico e poteva vedere solo i rossi, i gialli e i blu.

Woodrow Wilson

28° Presidente degli Stati Uniti, Wilson ricoprì due mandati dal 1913 al 1921. Fu uno statista e uno studioso che guidò l'America durante la Prima Guerra Mondiale e contribuì alla creazione della Società delle Nazioni. Nonostante il suo successo accademico come studente dell'Università di Princeton, poteva vedere solo i rossi, i gialli e i blu a causa del daltonismo.

Richard Nixon

Durante la sua presidenza, Nixon fu coinvolto nello scandalo Watergate. Questo evento segnò l'inizio della sua caduta politica e alla fine lo portò a dimettersi dalla carica.

Nixon era anche daltonico e poteva vedere solo i rossi, i gialli e i blu.

Bill Clinton

Il 42° Presidente degli Stati Uniti, in carica dal 1993 al 2001. che soffre di daltonismo rosso-verde. Ha difficoltà a distinguere tra rosso e verde, ma riesce a distinguere i colori blu e giallo.

George W. Bush

Bush è stato il 43° Presidente degli Stati Uniti. In giovane età, a Bush è stata diagnosticata una forma di daltonismo chiamata discromatopsia rosso-verde. Sua moglie ha raccontato che a volte doveva aiutarlo a scegliere i vestiti perché aveva difficoltà a vedere quali colori stavano bene insieme.

Ha detto che non sapeva nemmeno cosa fossero il verde e il blu finché non glieli ha spiegati lei!

Barack Obama

Al 44° Presidente degli Stati Uniti, noto esempio di politico daltonico, è stata diagnosticata questa patologia nel 2007. Durante il suo mandato presidenziale, tuttavia, non è stato un problema.

Al Gore

Nel suo famoso documentario Una scomoda verità, l'ex vicepresidente Al Gore mostra come i gas causino il cambiamento climatico. Lo fa illustrando il loro effetto sulle temperature utilizzando matite di colore diverso.

Winston Churchill (1874-1965)

Primo Ministro della Gran Bretagna durante la Seconda Guerra Mondiale, fu un leader molto rispettato ed è tuttora considerato uno dei migliori della storia britannica. Pur essendo daltonico, Churchill riusciva a vedere solo i rossi, i gialli e i blu.

Martin Luther King Jr. (1929-1968)

Al leader dei diritti civili fu diagnosticata una deuteranopia in giovane età. Ma il suo problema alla vista non gli ha impedito di raggiungere la grandezza.

Una volta King disse che, in effetti, se non fosse stato daltonico, forse non sarebbe diventato un attivista per la giustizia sociale. Disse che avrebbe visto il razzismo più chiaramente di quanto avessero fatto gli altri all'epoca.

Principe Carlo (1948-oggi)

Il reale britannico è daltonico, il che significa che vede il mondo in bianco e nero. La maggior parte delle persone penserebbe che questo possa danneggiare la sua capacità di apprezzare l'arte e la bellezza. Ma in realtà lo ha aiutato a notare più dettagli di quanto non faccia la maggior parte delle persone.

Ha dichiarato a BBC News: "Devo togliermi gli occhiali quando devo distinguere tra oggetti rossi e verdi".

Eleanor Roosevelt (1884-1962)

Essendo daltonica, l'ex first lady ha dichiarato di vedere il mondo con maggiore chiarezza. Una volta ha detto: "Sono contenta che ci siano dei colori nel mondo con cui dipingere le nostre giornate. Se non potessi vederli - e desiderassi la morte per far riposare i miei occhi".

Conclusione

Non lasciatevi ingannare dal daltonismo. Le persone che soffrono di daltonismo non sono necessariamente poco intelligenti. Hanno una grande personalità e hanno compiuto molte imprese ammirevoli nella loro vita. Soprattutto non devono sentirsi condannati perché non riescono a vedere le sfumature dei colori. Pur avendo un handicap, le persone daltoniche hanno fatto del loro meglio per superarlo. In alcuni casi, hanno prosperato nonostante la loro disabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


it_ITItalian